Mirza-Nadir : osia, Memorie del marchese di Sandè, governatore della provincia di Candahar al servigio di Thamas Kouli-Kan, re di Persia . e pallate vicende. Tornato il dì [cernente inficine col Con» D fole all appartamento di Sebaftide , a leimi preferita! con un intrepidezza , chequanto più forzata , tanto fu meno dure-vole. Appena mi rivolle ella i fuoi fguar-di., che mi fentii correre per le vene unardore .deliziofo • e avvicinatomi a lei ,te chiefi con voce tremante il fuo flato •Arrqfsì ella modeftainente.j e le comparvelugli occhi il torbido del fuo cuore. Io lamirava con aria di forpre

Mirza-Nadir : osia, Memorie del marchese di Sandè, governatore della provincia di Candahar al servigio di Thamas Kouli-Kan, re di Persia . e pallate vicende. Tornato il dì [cernente inficine col Con» D fole all appartamento di Sebaftide , a leimi preferita! con un intrepidezza , chequanto più forzata , tanto fu meno dure-vole. Appena mi rivolle ella i fuoi fguar-di., che mi fentii correre per le vene unardore .deliziofo • e avvicinatomi a lei ,te chiefi con voce tremante il fuo flato •Arrqfsì ella modeftainente.j e le comparvelugli occhi il torbido del fuo cuore. Io lamirava con aria di forpre Stock Photo
Preview

Image details

Contributor:

The Reading Room / Alamy Stock Photo

Image ID:

2AWNBM8

File size:

7.2 MB (121.3 KB Compressed download)

Releases:

Model - no | Property - noDo I need a release?

Dimensions:

1924 x 1299 px | 32.6 x 22 cm | 12.8 x 8.7 inches | 150dpi

More information:

This image is a public domain image, which means either that copyright has expired in the image or the copyright holder has waived their copyright. Alamy charges you a fee for access to the high resolution copy of the image.

This image could have imperfections as it’s either historical or reportage.

Mirza-Nadir : osia, Memorie del marchese di Sandè, governatore della provincia di Candahar al servigio di Thamas Kouli-Kan, re di Persia . e pallate vicende. Tornato il dì [cernente inficine col Con» D fole all appartamento di Sebaftide , a leimi preferita! con un intrepidezza , chequanto più forzata , tanto fu meno dure-vole. Appena mi rivolle ella i fuoi fguar-di., che mi fentii correre per le vene unardore .deliziofo • e avvicinatomi a lei , te chiefi con voce tremante il fuo flato •Arrqfsì ella modeftainente.j e le comparvelugli occhi il torbido del fuo cuore. Io lamirava con aria di forprefa , parendomidi legger in lei gli effetti d amore , cheprovava in me fteffo . In quefto mentremi diede il Confole unocchiata maliziofa, la Il6 MlRZA-N ADIR.la quale terminò di confondermi talmen-te , che non potei^Ui jnentire a me me-defimo la mia debolezza . E fatto uno sfor-zo per ricompormi , pregai Sebaftide checi narraffe, qual accidente condotta làvef-fe in Morea. Moftrò il Confole d eflernecurbfo ai pari di me • ficchè pres5 ella afoddisfarne, come fi leggerà nel Tomo fe«guentc. Il Fine del Primo Tomo « MIR-. M I R ZA-NAD I R Ó S I o€ MEMORIE DEL MARCHESE Di SANDETOMO SECONDO. I2p

Save up to 70% with our image packs

Pre-pay for multiple images and download on demand.

View discounts