Memorie storiche di Monza e sua corte . de Monzesi alla sua Persona,mediante le ottime relazioni di due suoiInviati Boschino M.integaz:^a , e Paganoda Mandello , Soggetti assai ragguardevoli;scrisse ai 27. Aprile dell anno anzidettouna lettera significantissima ai Nobili com-ponenti esso Comune , chìam.andogli Amici,e promiettendo ad essi il meritato compensoper ogni dispendiosa, od anco accidentaleconseguenza della loro alleanza (76). Ag-gii state infatti da Azzone le sue gravi verten-ze col Bavaro , e pacificamente riconosciutoSignore di Milano , non tardò ad adem-pire le accennate promesse

- Image ID: 2AKKTPX
Memorie storiche di Monza e sua corte . de Monzesi alla sua Persona,mediante le ottime relazioni di due suoiInviati Boschino M.integaz:^a , e Paganoda Mandello , Soggetti assai ragguardevoli;scrisse ai 27. Aprile dell anno anzidettouna lettera significantissima ai Nobili com-ponenti esso Comune , chìam.andogli Amici,e promiettendo ad essi il meritato compensoper ogni dispendiosa, od anco accidentaleconseguenza della loro alleanza (76). Ag-gii state infatti da Azzone le sue gravi verten-ze col Bavaro , e pacificamente riconosciutoSignore di Milano , non tardò ad adem-pire le accennate promesse
The Reading Room / Alamy Stock Photo
Image ID: 2AKKTPX
Memorie storiche di Monza e sua corte . de Monzesi alla sua Persona,mediante le ottime relazioni di due suoiInviati Boschino M.integaz:^a , e Paganoda Mandello , Soggetti assai ragguardevoli;scrisse ai 27. Aprile dell anno anzidettouna lettera significantissima ai Nobili com-ponenti esso Comune , chìam.andogli Amici,e promiettendo ad essi il meritato compensoper ogni dispendiosa, od anco accidentaleconseguenza della loro alleanza (76). Ag-gii state infatti da Azzone le sue gravi verten-ze col Bavaro , e pacificamente riconosciutoSignore di Milano , non tardò ad adem-pire le accennate promesse . Il MonzeseCronista con brevi, ma sugose parole cele descrive cosi eseguite (77): Qui Dumi- (7?) Chron. Mncìoe. Lib. %. T.ap. ?i. (76) Tom. IL Carta n.° CLXXXL, e Chron.(7i) Tom. ITT. Codice n. CXCVTJI, M)- is $1- «?> 0- iceean-V- 0- ;n- ito U :re un e- a lei Ci • si-;s-el m et)-e ?iojìil )1. Capo nus A^o multa bona infinita fede homini-bus diclcz Terree . Tra questi mokissimibeni compartiti a Monza dall attività , egenerosità di Azzo , io considero per esen-zialissimo e fondamentale la scelta da es-so fatta di Martino Liprandi fratello, comedissi, del nominato Pinalla a Podestà diquel Pubblico : Uomo per avventura unicodi que tempi, che fosse idoneo a mettereriparo col suo Governo al disordine , edalla confusione, in cui trovavansi i beni deMonzesi, e le molte Nobili Famiglie ivistabilite, come risulta dal decorso dellanostra Storia. Il saggio da esso lui dato nel1332. , allorquando fra gli Ambasciatoridi Azzo concertò e stabili in Avignonepresso Giovanni XXIL la pace fra il Pon-tefice e la Città di Milano , siccome atte-sta Galvagno Fiamma (78) inter quos fuitunus Doclor Jaris diclus Martinus deAliprandis , ex familia magna nimis , èuna -chiara prova del merito personale dicotesto Ministro . E Monza sarà mai sempregrata alla memoria dei suo Concittadino ,la di cui

Similar stock images