. Delle funzioni riproduttive degli animali in complemento all'edizione italiana del corso elementare di zoologia del signor Milne Edwards. Animals - Reproduction; Zoology. 14 ZOOLOGIA. corpo materno (fig. 7), ne esce quindi, e si sviluppa per proprio conto (*). Molti altri in- fusorj vorticelli formi (gli Epìsty- lis, le opercularie) pervengono ad uno stadio di acineta, raggiunto il quale generano dando origine ad un unico prodotto. Se e quanto ripetano queste generazioni, non è ancora ben noto; come non si è ancora ben in chiaro dei rap- porti che questo secondo modo di generazione tiene col

- Image ID: PFNAJ9
Central Historic Books / Alamy Stock Photo
Image ID: PFNAJ9
. Delle funzioni riproduttive degli animali in complemento all'edizione italiana del corso elementare di zoologia del signor Milne Edwards. Animals - Reproduction; Zoology. 14 ZOOLOGIA. corpo materno (fig. 7), ne esce quindi, e si sviluppa per proprio conto (*). Molti altri in- fusorj vorticelli formi (gli Epìsty- lis, le opercularie) pervengono ad uno stadio di acineta, raggiunto il quale generano dando origine ad un unico prodotto. Se e quanto ripetano queste generazioni, non è ancora ben noto; come non si è ancora ben in chiaro dei rap- porti che questo secondo modo di generazione tiene col primo (2). Quantunque manchi negli in- fusorj ogni rudimento di organi appositi per la secrezione di que- Fig. 7. Vorticella allo stato sti corpuscoli riproduttori, come di acineta (PodophryaX con un di ogni altro prodotto inserviente embrione incluso: da Stein. ^generazione, e non sia in essi possibile una distinzione di sessi, pure questo prò- cesso di generazione per spore o germi richiede talvolta una condizione analoga a quella che deve necessariamente aver luogo negli animali superiori muniti di distinti apparati sessuali: vale a dire un particolar modo di accoppiamento che fu designato col nome di zigosi. A tale effetto due infusorj della medesima specie, e più di raro tre o quattro, si avvicinano, si congiungono, e fi- niscono anche per saldarsi 1'un l'altro, secernendo il più (1) Questa derivazione dell'embrione del nucleo è esplicitamente asseve- rata da Stein nella sua prima Memoria (Siebold undKoelliker: Zeitschrift 3 Band ) ; ma non più nella sua grande opera posteriormente pubblicata (Die Infusionsthiere. Leipzig i8oì), nella quale anzi figura vane acinete di Vorticella microstoma con un embrione e con un nucleo distinti. È questo un nucleo di nuova formazione destinalo a convertirsi in nuovo embrione, od è il nucleo primitivo, ed è in tal caso inesatto il dire che da esso si formi l'embrione ? (2) Possono accadere negli infusorj tre casi assai divers